Ossigeno-Ozono terapia

L’Ossigeno-Ozono Terapia è una pratica medica nata in Germania all’inizio del ‘900 che utilizza le proprietà biochimiche dell’ozono per influenzare positivamente il metabolismo a diversi livelli. La scarsa invasività della procedura, la sicurezza e facilità d’esecuzione, la riproducibilità, l’affidabilità, l’ottima efficacia terapeutica (circa 75%) e l’assenza di complicanze sono le caratteristiche che hanno decretato il successo di questa metodica.

Per il trattamento si utilizza una miscela di Ossigeno ed Ozono prodotta al momento della somministrazione, attraverso un apparecchio (dispositivo medicale) estremamente preciso e dotato di strumenti di misura che monitorano continuamente la concentrazione del gas. La miscela di Ossigeno ed Ozono svolge numerose azioni secondo diverse concentrazioni utilizzate. Ciò viene deciso sulla base della patologia da trattare.

Esistono differenti tecniche con cui si può somministrare l’Ozono, raggruppabili in due grandi gruppi trattamenti locali e sistemici.

LA TERAPIA SISTEMICA,agisce a livello generale, cioè sistemico, sono utilizzate: la via endovenosa, la via insuflativa e la via intramuscolare.
La via endovenosa utilizza un prelievo di circa 100 cc sangue del paziente che viene unito all’Ossigeno-Ozono ed immediatamente re-infuso. La via insuflativa prevede la somministrazione della miscela attraverso un orifizio naturale. L’effetto sistemico per via intramuscolare, invece, è ottenuto attraverso un piccolo prelievo di sangue (circa 10 cc.) che, miscelato con ossigeno-ozono, viene subito somministrato attraverso una iniezione intramuscolare, solitamente nel gluteo.

La terapia sistemica viene utilizzata per curare

  • POLIARTROSI
  • FIBROMIALGIA
  • LES – PSORIASI – ARTRITE REUMATOITE
  • ARTRITI REUMATOICHE SIERONEGATIVE
  • ESITI NEUROLOGICI DI ISCHEMIA CEREBRALE
  • ALZHEIMER E PARKINSON
  • SCLEROSI A PLACCHE
  • DEPRESSIONE
  • SENESCENZA CON DIMINUITA EFFICIENZA MENTALE
  • OTOSCLEROSI
  • RETINOPATIE
  • HERPES SIMPLEX E ZOSTER
  • MICOSI
  • ECZEMA
  • STATI DI IMMUNODEFICIENZA
  • ASTENIA SU BASE FUNZIONALE O ORGANICA
  • SOSTEGNO NELLA MALATTIA NEOPLASTICA

I TRATTAMENTI LOCALI prevedono infiltrazioni di ossigeno-ozono, con frequenza mono o bisettimanale, per via intradiscale, intramuscolare, sottocutanea, peri-tendinea, intra e peri-articolare. In alcuni casi sono consigliate alcune sedute di richiamo-mantenimento.

I trattamenti locali vengono utilizzati per curare
• DISCOPATIE
• SINDROMI CANALICOLARI
• TENDINOPATIE
• ARTROSI
• ERNIA DEL DISCO
• ARTROPATIE DELLA SPALLA, DEL POLSO E DEL GINOCCHIO E DELL’ANCA

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH