GINOCCHIO

Patologie del ginocchio

Condromalacia della rotula

Il paziente che soffre di condromalacia della rotula presenta dolore dell’articolazione del ginocchio, spesso anteriormente, dovuto al fatto che la cartilagine, su cui la rotula normalmente “scorre” per permettere la flessione del ginocchio, diventa ruvida. La condromalacia può essere causata da malallineamento, traumi o sovraccarico. È più frequente tra gli sportivi, gli adolescenti e nelle persone in sovrappeso. 

Lesioni del menisco

Il paziente che subisce una lesione meniscale acuta spesso percepisce uno strappo durante uno sforzo, seguito da forte doloreIn caso di lesioni croniche il paziente solitamente non mette in relazione l’inizio dei dolori con un evento traumatico ben definito, descrive piuttosto episodi recidivanti di dolore e versamento articolare spesso associati a sforzi minori.

La sintomatologia dolorosa è spesso accompagnata da tumefazione del ginocchio e, in caso di lesione complessa (es. lesione a manico di secchia) da limitazione articolare più o meno assoluta. In caso di lesioni croniche il paziente solitamente non mette in relazione l’inizio dei dolori con un evento traumatico ben definito, descrive piuttosto episodi recidivanti di dolore e versamento articolare spesso associati a sforzi minori.

Le lesioni meniscali sono causate dal mancato scivolamento del menisco tra le due superfici articolari che causa il “pizzicamento” della fibrocartilagine, creando lacerazione o rottura. La lesione al menisco può verificarsi in individui sportivi a causa di traumi o anche nelle persone sedentarie non più giovani. 

Con l’aumentare dell’età il menisco va lentamente incontro a disidratazione e degenerazione. La sintomatologia dolorosa è spesso accompagnata da tumefazione del ginocchio e, in caso di lesione complessa (es. lesione a manico di secchia) da limitazione articolare più o meno assoluta.

Artroscopia del ginocchio in anestesia locale (day hospital)

Lesioni meniscali, corpi liberi endoarticolari, gonartrosi minori, lesioni traumatiche o degenerative del menisco possono determinare dolore e gonfiore e limitazione della funzionalità.

L’esame clinico, coadiuvato dall’esame radiografico ed eventualmente dalla risonanza magnetica, aiuterà a valutare se svolgere o meno un intervento in artroscopia.

Grazie a questa metodica si possono risolvere problematiche meniscali e cartilaginei in anestesia locale e praticando l’intervento attraverso due piccole incisioni di circa 1 centimetro. Al termine dell’intervento, che dura circa 15 minuti, il paziente può tornare al proprio domicilio e solitamente riprendere la propria attività entro pochi giorni.

Stesso trattamento, in casi selezionati, può essere indicato per gonartrosi iniziali che non rispondono alla sola terapia infiltrativa e in presenza di corpi liberi endoarticolari.

Ricostruzione del legamento crociato anteriore

Un trauma distorsivo del ginocchio può determinare la rottura del legamento crociato anteriore, legamento molto importante nello stabilizzare la gamba alla coscia in quanto si oppone allo scivolamento del ginocchio in senso antero-posteriore. Spesso il legamento crociato anteriore si rompe per un trauma in valgo-rotazione interna: di solito si tratta di un trauma da sci o da contrasto durante il gioco del calcio.

L’intervento avviene prelevando la parte centrale del tendine rotuleo e inserendolo, sotto controllo artroscopico, al posto del legamento rotto. La durata dell’intervento è di circa 1 ora e il ricovero prevede, spesso, 1 notte di degenza.

Il paziente cammina subito con un tutore e 2 bastoni canadesi e solitamente riprende una blanda attività sportiva dopo 4 mesi. Può tornare alla completa ripresa, in media, dopo 6 mesi dall’intervento.

Hai un problema al ginocchio?
Prenota il tuo appuntamento

    Con la compilazione del presente modulo autorizzo, ai sensi e per gli effetti degli artt. 13 e 23 del D.Lgs. n.196/2003 e successive modifiche ed integrazioni del D.Lgs 101/2018 (adeguamento al regolamento UE 2016/679 – GDPR), il Dottor Maurizio Maggiorotti, al trattamento dei dati personali forniti, per le finalità gestionali necessarie alla ricezione e lavorazione della suddetta richiesta.